Area della Psicologia

Psicobiologia del comportamento umano


Prof. Fiorella Altruda
(Università di Torino (Torino - Italy))
Prof. Edoardo Boncinelli
(Università San Raffaele di Milano (Milano - Italy))
Prof. Franco Mangia
(Università "La Sapienza" di Roma (Roma - Italy))
Prof. Costanza Papagno
(Università di Milano (Milano - Italy))
Prof. Luigi Pizzamiglio
(Università "La Sapienza" di Roma (Roma - Italy))
Prof. Giuseppe Vallar
(Università di Milano (Milano - Italy))
Descrizione del video-corso
Il corso di Psicobiologia deve essere inquadrato all’interno di una disciplina di carattere generale il cui scopo sarà quello:
i) di fornire un’idea globale dei meccanismi fondamentali alla base del funzionamento organico concentrandosi in particolare sulle strutture che caratterizzano il sistema nervoso
ii) di fornire informazioni generali e introduttive sulla struttura e le funzioni del sistema nervoso che imprescindibilmente guidano e determinano il comportamento stesso;
iii) di avere una visione delle basi cerebrali dei processi cognitivi e dei principali deficit neuropsicologici.
Prerequisiti
Una precedente esperienza con materiale didattico inerente a materie quali biologia e chimica potrebbe risultare utile al fine di facilitare e velocizzare il processo di apprendimento stesso, data la familiarità che questi stessi argomenti intrattengono con la materia in questione. Tuttavia, l’attenta osservazione delle pratiche previste nel percorso formativo insieme alla partecipazione dinamica alle attività stesse proposte saranno condizioni sufficienti per sostenere adeguatamente l’esame finale.
Scopi
Il corso destinato a studenti di discipline psicosociali ha l’obiettivo di fornire una visione generale dei:
a) processi biologici applicabili alle neuroscienze del comportamento;
b) della struttura e delle funzioni del sistema nervoso;
c) dei metodi di indagine delle basi cerebrali del comportamento;
d) delle basi cerebrali dei processi cognitivi nell’uomo;
e) delle principali alterazioni patologiche (neuropsicologiche) di tali processi, causate da lesioni o disfunzioni cerebrali.
Alla fine di questo corso lo studente sarà equipaggiato di conoscenze immediate e di carattere generale che lo metteranno nelle condizioni di conoscere e capire aspetti della materia vivente caratterizzati da un certo grado di determinismo e le basi cerebrali del comportamento.
Contenuti
PARTE I:
L’organizzazione della materia vivente
  • Atomi, ioni, molecole, i principali legami chimici; acqua; sali, acidi e basi; molecole polari, apolari e anfipatiche.
  • Glucidi e polisaccaridi; lipidi (trigliceridi, fosfogliceridi, steroidi); modello a mosaico fluido della membrana.
  • Amminoacidi, legame peptidico; strutture primaria, secondaria, terziaria; enzimi e sito attivo; regolazione e inibizione dell'attività enzimatica.
  • Struttura e duplicazione del DNA; gli RNA; codice genetico; processi della trascrizione e della traduzione; mitosi; meiosi.
Il patrimonio genetico e la trasmissione dei caratteri ereditari
  • Geni; mutazioni; alleli; ricombinazione e mappatura genetica;variabilità dell'espressione genica; aberrazioni cromosomiche; sesso cromosomico e sue patologie;
  • Geni nelle popolazioni; evoluzione biologica; il darwinismo e il neodarwinismo; evoluzione dell'Uomo.
PARTE II:
  • Struttura e funzione dei differenti tipi di cellule presenti nel sistema nervoso, i meccanismi attraverso i quali i neuroni rilevano i cambiamenti nell’ambiente, li comunicano ad altri neuroni e comandano le risposte del corpo alle sensazioni
  • L’organizzazione generale del cervello, i termini utilizzati per descriverlo e alcune nozioni relative allo sviluppo del cervello a partire dall’embrione, che meglio aiutano a capire come le varie parti del cervello adulto siano combinate insieme
  • L’organizzazione dei sistemi somatosensoriale, visivo, acustico-vestibolare, olfattivo e gustativo e del sistema motorio: in particolare, da un lato, come lo stimolo sensoriale avvertito in periferia raggiunga la corteccia cerebrale per dar luogo alla percezione e, dall’altro, come un’azione programmata a livello cerebrale venga effettivamente tradotta in movimento.
PARTE III:
  • L’evolversi delle concezioni della relazione “mente-cervello”, a partire dagli inizi dell’’800 e come sia possibile, a partire dal comportamento di pazienti con lesioni cerebrali e di soggetti normali, formulare ipotesi e modelli riguardo alla struttura neuro-funzionale dei processi mentali.
  • I metodi comportamentali, elettrofisiologici e di neuroimmagine, che permettono di indagare le basi cerebrali dei processi cognitivi
  • L’organizzazione neurale e funzionale dei principali processi di memoria a breve e a lungo termine e il loro ruolo nella cognizione umana.
  • Le componenti funzionali e le basi neurali dei processi attentivi, con particolare riferimento all’attenzione spaziale (processi che consentono l’orientamento e la navigazione nello spazio e la localizzazione, il raggiungimento e l’evitamento di oggetti)
  • L’organizzazione neurale e funzionale dei processi che consentono la percezione e il riconoscimento degli oggetti animati ed inanimati.
  • I processi che programmano e controllano l’esecuzione dell’azione, la loro interazione con la percezione e il controllo del movimento.
  • La struttura funzionale e neurale dei processi emotivi; la percezione e l’espressione delle emozioni.
Testi
Bear M.F., Connors B.W. Paradiso M.A. “Neuroscienze. Esplorando il cervello”,Edizione italiana: 2007 III. Edizioni Masson – Elsevier. capitoli 1-2-3-4-5-6-7-8-9-10-11-12-13-14-18-21-24
Ladavas E., Berti A.M. “Neuropsicologia.” Edizioni Il Mulino. Capitoli: 2-3-6-7
A cura di Carlo Umiltà “Manuale di Neuroscienze” Edizioni Il Mulino. capitoli: 4

Gli studenti dovranno limitarsi allo studio dei capitoli che riguardano il programma integrando questi con le videolezioni ed eventuale materiale aggiuntivo che sarà fornito dal tutor didattico.
Esercitazioni
Gli esercizi che consistono in brevi quesiti a risposta aperta, prevedono una verifica di carattere generale sulle competenze acquisite dallo studente rispetto agli argomenti principali di ogni singolo modulo. Si consiglia di rispondere in maniera breve (massimo 8 righe) e concisa.
Docente
Nessun Docente attualmente disponibile per questo corso
Docenti video
Prof. Fiorella Altruda - Università di Torino (Torino - Italy)
Prof. Edoardo Boncinelli - Università San Raffaele di Milano (Milano - Italy)
Prof. Franco Mangia - Università "La Sapienza" di Roma (Roma - Italy)
Prof. Costanza Papagno - Università di Milano (Milano - Italy)
Prof. Luigi Pizzamiglio - Università "La Sapienza" di Roma (Roma - Italy)
Prof. Giuseppe Vallar - Università di Milano (Milano - Italy)
Elenco delle lezioni
Franco Mangia
Franco Mangia
Fiorella Altruda
Fiorella Altruda
Fiorella Altruda
    •  Lezione n. 6: La mitosi 
Fiorella Altruda
    •  Lezione n. 7: La meiosi 
Fiorella Altruda
Edoardo Boncinelli
    •  Lezione n. 9: Genetica I 
Edoardo Boncinelli
    •  Lezione n. 10: Genetica II 
Edoardo Boncinelli
    •  Lezione n. 11: Lo sviluppo 
Edoardo Boncinelli
Edoardo Boncinelli
Costanza Papagno
Costanza Papagno
Costanza Papagno
Costanza Papagno
Giuseppe Vallar
Giuseppe Vallar
Giuseppe Vallar
Costanza Papagno
    •  Lezione n. 21: L'attenzione 
Luigi Pizzamiglio
Giuseppe Vallar
Giuseppe Vallar
Luigi Pizzamiglio
    •  Lezione n. 25: Le emozioni 
Luigi Pizzamiglio
Progettazione Psicopedagogica di Maria Amata Garito - © Copyright 2001 - 2015: NETTUNO - Network per l'Universita' Ovunque
Corso Vittorio Emanuele II, 39 00186 ROMA Numero Verde 800 298827 Tel: 06 6920761 Fax: 06 69207621
Web: http://www.consorzionettuno.it E-Mail: info@consorzionettuno.it