Area della Psicologia

Fondamenti anatomo-fisiologici dell'attività mentale


Prof. Costanza Papagno
(Università di Milano (Milano - Italy))
Prof. Luigi Pizzamiglio
(Università "La Sapienza" di Roma (Roma - Italy))
Prof. Giuseppe Vallar
(Università di Milano (Milano - Italy))
Descrizione del video-corso
L’insegnamento mira a fornire informazioni generali e introduttive su: a) la struttura e le funzioni del sistema nervoso; b) i metodi di indagine delle basi cerebrali del comportamento; c) le basi cerebrali dei processi cognitivi ed emotivo-motivazionali nell’uomo; d) le principali alterazioni patologiche (neuropsicologiche) di tali processi, causate da lesioni o disfunzioni cerebrali.
Scopi
L’insegnamento mira a fornire informazioni generali e introduttive su: a) la struttura e le funzioni del sistema nervoso; b) i metodi di indagine delle basi cerebrali del comportamento; c) le basi cerebrali dei processi cognitivi ed emotivo-motivazionali nell’uomo; d) le principali alterazioni patologiche (neuropsicologiche) di tali processi, causate da lesioni o disfunzioni cerebrali.
Contenuti

-I neuroni e le cellule gliali. Struttura e funzione dei differenti tipi di cellule presenti nel sistema nervoso.
-Il potenziale d’azione e la trasmissione sinaptica. I meccanismi attraverso i quali i neuroni rilevano i cambiamenti nell’ambiente, li comunicano ad altri neuroni e comandano le risposte del corpo alle sensazioni.
-La struttura del sistema nervoso centrale. L’organizzazione generale del cervello, i termini utilizzati per descriverlo e alcune nozioni relative allo sviluppo del cervello a partire dall’embrione, che meglio aiutano a capire come le varie parti del cervello adulto siano combinate insieme.
-I sistemi sensoriali e il sistema motorio. L’organizzazione dei sistemi somatosensoriale, visivo, acustico-vestibolare, olfattivo e gustativo e del sistema motorio: in particolare, da un lato, come lo stimolo sensoriale avvertito in periferia raggiunga la corteccia cerebrale per dar luogo alla percezione e, dall’altro, come un’azione programmata a livello cerebrale venga effettivamente tradotta in movimento.
-I fondamenti metodologici delle neuroscienze cognitive. L’evolversi delle concezioni della relazione “mente-cervello”, a partire dagli inizi dell’’800 e come sia possibile --a partire dal comportamento di pazienti con lesioni cerebrali e di soggetti normali-- formulare ipotesi e modelli riguardo alla struttura neuro-funzionale dei processi mentali.
-I metodi di indagine delle neuroscienze cognitive. I metodi comportamentali, elettrofisiologici e di neuroimmagine, che permettono di indagare le basi cerebrali dei processi cognitivi ed emotivo-motivazionali.
-La memoria a breve termine . L’organizzazione neurale e funzionale dei principali processi di memoria a breve termine (verbale, visuo-spaziale) e il loro ruolo nella cognizione umana.
-La memoria a lungo termine. L’organizzazione neurale e funzionale dei sistemi di memoria a lungo termine sia dichiarativa che non dichiarativa.
-Il linguaggio orale e scritto. La relazione tra linguaggio e cervello in una prospettiva storica, i processi di produzione e di comprensione orale del linguaggio e il linguaggio scritto.
-I modelli neurofunzionali del linguaggio. Il ruolo dei modelli cognitivi, dell’osservazione dei pazienti cerebrolesi e dei metodi di neuroimmagine nello studio dei processi linguistici.
-L’attenzione. Le componenti intensiva e selettiva dell’attenzione e i sistemi neurali distribuiti che la controllano.
-La cognizione spaziale. L’organizzazione neurale e funzionale dei processi che consentono l’orientamento e la navigazione nello spazio e la localizzazione, il raggiungimento e l’evitamento di oggetti.
-La percezione e il riconoscimento degli oggetti. L’organizzazione neurale e funzionale dei processi che consentono la percezione (forma, colore, volume, etc.) e il riconoscimento degli oggetti animati ed inanimati.
-L’azione. I processi che programmano e controllano l’esecuzione dell'azione, la loro interazione con la percezione e il controllo del movimento; l'azione come strumento di acquisizione della conoscenza.
-Le emozioni. La struttura funzionale e neurale dei processi emotivi; la percezione e l’espressione delle emozioni.
Testi

BEAR M.F., CONNORS B.W., PARADISO M.A. (2002) Neuroscienze. Esplorando il cervello. 2° ed., Milano, Masson: capitoli 1-2-3-4-5-7-8-10-11-12-13-14-18.
VALLAR, G. (1999)Y I metodi di indagine nell’uomo. In C. Umiltà (a cura di ) Manuale di neuroscienze. 2° ed. Bologna, Il Mulino: capitolo 4, pp. 461-511
ZIGMOND M.J., BLOOM F.E., LANDIS S.C., ROBERTS J.L., SQUIRE L.R. (2001)Y Neuroscienze cognitive e comportamentali. Edises, Napoli: capitoli 52-53-54-56-57-58-59.

Manuale di Neuropsicologia a cura di F. DENES E L. PIZZAMIGLIO, Zanichelli, Bologna 1998 e con particolare riferimento ai capitoli relativi ai temi trattati nelle videolezioni del prof. Pizzamiglio.
Docente
Docente Nettuno
Docenti video
Prof. Costanza Papagno - Università di Milano (Milano - Italy)
Prof. Luigi Pizzamiglio - Università "La Sapienza" di Roma (Roma - Italy)
Prof. Giuseppe Vallar - Università di Milano (Milano - Italy)
Elenco delle lezioni
Costanza Papagno
Costanza Papagno
Costanza Papagno
Costanza Papagno
Giuseppe Vallar
Giuseppe Vallar
Giuseppe Vallar
Costanza Papagno
Luigi Pizzamiglio
Luigi Pizzamiglio
    •  Lezione n. 11: L'attenzione 
Luigi Pizzamiglio
Giuseppe Vallar
Giuseppe Vallar
Luigi Pizzamiglio
    •  Lezione n. 15: Le emozioni 
Luigi Pizzamiglio
Progettazione Psicopedagogica di Maria Amata Garito - © Copyright 2001 - 2015: NETTUNO - Network per l'Universita' Ovunque
Corso Vittorio Emanuele II, 39 00186 ROMA Numero Verde 800 298827 Tel: 06 6920761 Fax: 06 69207621
Web: http://www.consorzionettuno.it E-Mail: info@uninettuno.it